Il Santuario della Madonna della Civita si staglia sul Monte Fusco (673 m.l.m.), detto della Civita. Si pone tra i monti Ausoni e Aurunci con belvedere sul Tirreno sulla Piana di Fondi.
Si trova dal medioevo al centro dei sentieri che conducevano al Golfo di Gaeta, alla Ciociaria, all'Abruzzo: le popolazioni di questi comprensori e regioni continuano da secoli a coltivare la particolare venerazione per la Madonna della Civita, infatti nella zona di Itri è attestata la presenza di cenobi benedettini cassinesi.
Il monte della Civita acquisì importanza grazie alla venerazione del ritratto della Madonna Odigitria, che la tradizione volle attribuire alla mano di S. Luca evangelista.
Le origini del Santuario della Madonna della Civita sono antichissime e si perdono nella leggenda. Tutto ruota attorno all’icona bizantina della Vergine che qui si venera, la cui fattura è attribuita San Luca evangelista ed apostolo.

 

Itri è un piccolo paese del sud pontino, rinomato perché ha dato i natali a Fra' Diavolo, brigante guerrigliero che combattè contro i Francesi nei primi anni del 1800, per le sue olive, dette di Gaeta ma che hanno origine in queste colline, e per diversi eventi, tra cui spicca l'infiorata al Corpus Domini e i Fuochi di San Giuseppe.