Il Museo Archeologico di Formia, realizzato recentemente (1997), nasce dall’ampliamento del precedente Antiquarium istituito nel 1968, dopo la distruzione, avvenuta durante la guerra, di una sede civica risalente agli anni Trenta. Riorganizzato e notevolmente arricchito, occupa un’ala del settecentesco palazzo municipale, nota come “Stalloni dei Borboni”.

La raccolta è composta in prevalenza da sculture, di elevato livello artistico, databili nella massima parte tra il I sec. a.C.ed il I sec. d.C., il periodo di maggiore fioritura della Città. Si tratta di statue virili e muliebri di carattere onorario, erette a membri illustri della società formiana – patroni, magistrati -, ma anche a personaggi della famiglia imperiale (è riconoscibile un’immagine di Caio Cesare, nipote di Augusto) rinvenute soprattutto nell’area dell’antico foro cittadino.