Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Copyright 2020 - I luoghi, le tradizioni dell'agro pontino

Gran successo per l’edizione ‘rivista’ del Trail dei Briganti 2020

E' stato un successo ben oltre le più rosee  aspettative quello che hanno raccolto gli organizzatori del Trail dei Briganti 2020. Nonostante la versione “rivisitata” dovuta alle restrizioni dell’emergenza sanitaria, più di 100 partecipanti sono accorsi da tutto il Lazio per peregrinare negli incantevoli luoghi tracciati.

Già, perchè nonostante le difficoltà di svolgimento, la società organizzatrice affiliata Opes Città di Sonnino, insieme ai responsabili del settore running, Gianluca Vacca Sergio Contenta, hanno deciso di mettere in piedi un evento particolare segnando le due distanze da percorrere.

Trail dei Briganti

“È stata veramente una bella manifestazione sopra ogni aspettativa – commenta Gianluca Vacca – L’idea è piaciuta a tutti, tanto che ci hanno chiesto di riproporla ogni anno oltre al classico Trail dei Briganti”.

Un giro corto di 7 km, che è stato percorso in circa 2 ore di camminata, ed un giro lungo di 20 km e 100 metri di dislivello, percorribile  in una media di 4/5 ore.

Nel corso delle 48 ore messe a disposizione, il primo gruppo di 7 persone è partito la mattina di sabato 8. Ultimo gruppo in partenza, domenica 9 alle 17.00. Per tutta la durata dell’evento sono giunti sul posto in piena autonomia, famiglie intere ed amatori da Roma, Genzano, Anzio, Aprilia e disparati luoghi della regione.

Briganti

Ha preso parte all’iniziativa anche il Sindaco di Sonnino, Luciano De Angelis, che dopo esser partito dal paese per ultimo ed aver terminato il giro, ha ringraziato tutti i partecipanti in diretta facebook.

Ad arricchire le attività, oltre al fascino dei luoghi, anche qualche “brigante” in stile ottocentesco che ha pattugliato durante la gara affinché nessuno si smarrisse e per aiutare chi fosse in difficoltà.

A mettersi a disposizione,  anche il personale del rifugio Jocaturo sul versante del Monte delle Fate.

Un successo anche le medaglie artigianali, piaciute a tutti ed intrise di un valore speciale

f t g m
© 2008 - 2020 Turismo Pontino