Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Copyright 2020 - I luoghi, le tradizioni dell'agro pontino

Grossi Sarah - Il monastero di San Magno ed altro.

Il monastero di San Magno
Questo monastero fu costruito nel 522 per onorare il martirio di San Magno e, fino al 1072, esso fu gestito da monaci ordinari.

MonasteroSuccessivamente il console Gerardo di Fondi lo donò all'abbazia di Montecassino e ne 1492 Alessandro VI lo passò, con una bolla pontificia, alla congregazione olivietana. Il monastero fu ricostruito, nel XV secolo, da Prospero Colonna, ed oggi è affidato all'arcidiocesi di Gaeta e alla cura della Fraternità del monastero.

 

 

La chiesetta di San Tommaso D'Aquino a Fondi
All'intero del Chiostro di San Domenico di Fondi(LT) troviamo la chiesetta di San Tommaso D'Aquino, restaurata nel 2004. L'interno della cappella è costituito da un'unica aula suddivisa dal resto dell'ambiente da un'arcata trionfale.

San TommasoSulla superficie esterna dell'arcata e su quella interna e all'interno dell'abside sono stati riportati alla luce alcuni frammenti di affreschi: l'unica figura interamente leggibile è quella di Santa Caterina da Siena, riconoscibile perché raffigurata secondo la sua tradizionale iconografia.

La scalinata della pace a Lenola
Questa scalinata chiamata “Scalinata della Pace” fu realizzata nel 1925. Molto curato è l'aspetto decorativo della pavimentazione. Infatti, lungo la scalinata si possono trovare stupendi mosaici. La scalinata vera e propria inizia dove una volta c'era la Porta del Colle. Essa sembra salire verso l'infinito, immensa e luminosa, e si compone di 110 scalini, di cui 83 contengono dei mosaici aventi per argomento il tema della pace. Essi si susseguono lungo il percorso come tanti fotogrammi di un'unica sequenza cinematografica fino a formare, tutti insieme, un unico grande “Mosaico della Pace”.

 

 

f t g m
© 2008 - 2020 Turismo Pontino