Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Copyright 2018 - I luoghi, le tradizioni dell'agro pontino

La Giudea di Fondi

GiudeaLa Giudea è l'ex quartiere ebraico di Fondi (provincia di Latina) noto anche come Olmo Perino.

La Giudea si trova nella zona nord-est del centro storico di Fondi.

Documenti attestano la presenza di ebrei nella cittadina di Fondi bel XIV e XVI secolo come tessitori e tintori di lino, seta e canapa ma vi erano anche banchieri, giudici, amministratori dei Caetani ed altri professionisti.

Le loro botteghe tessili si possono distinguere a tutt'oggi, risale a quell'epoca la distribuzione di una particolare stoffa, il Fundanum.

Il quartiere è stato recentemente restaurato ed adibito a luogo di suggestive manifestazioni.

Visita Turismo PontinoMolto spesso Turismo Pontino organizza la visita di questa parte della città, per informazioni cercate nella nostra area eventi.

LaCase degli Spiriti

Quella che nella tradizione locele viene definita la "Casa degli spiriti" è stato riconosciuta come luogo di culto come attesta la "Mezzuzah" alla sinistra del cancello. Come dice il nome, trattasi di casa infestata anche se non provato scientificamente, la gente preferisce non abitarvi per ovvi motivi anche se è stata più volte ristrutturata.
Dalla struttura esterna si può evincere che in via teorica non dovrebbe essere stata eretta antecedentemente al XIX secolo.

L'interno fa pensare che si trattasse di una sinagoga.

Il portone centrale immette ad una scalinata signorile.

Le scalinate sono separate da ballatoi e da archi.

Un lucernaio illumina con luce soffusa il percorso.

Il mistero degli spiriti e leggende inerenti la casa
Un recente studio ha appurato che le paure provate dalla gente può essere ricercato dal fatto che in un passato assai remoto, in questa casa vi furono massacrati dei fuorilegge, ammazzati innocenti e bambini, tuttavia, chi vi è entrato in questa casa asserisce di sentire rumori incessanti, cigolii provenienti dal pavimento brusche raffiche di corrente nei vari alloggi.

Recenti ricerche hanno fatto pensare che i rumori che i visitatori asserivano sentire probabilmente derivino dalla presenza di un sistema di condutture, bisogna evidenziare che la Giudea, pur essendo,caso unico nella storia, all'interno del centro cittadino, comunque era un luogo con le sue specificità, diverse da altri quartieri, che viveva di vita propria, per cui anche il sistema di approvigionamento idrico era probabilmente distinto.

Fatto sta che chi vi passa davanti ha il timore di entrarvi e spesso scappa via e chi sente le storie di chi è entrato rabbrividisce.

Paure rafforzate dai molti ebrei che vi morirono nel 1636 per l'improvviso impaludamento della Piana di Fondi e la susseguente epidemia di malaria.

Ora La struttura è in gran parte acqusita dal Comune di Fondi, che lo utilizza per ospitalità ufficiali, Turismo Pontino offre la possibilità, nelle sue visite, di conoscere questa particolarietà di Fondi, unica nel territorio pontino.

f t g m
© 2008 - 2018 Turismo Pontino