Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Copyright 2019 - I luoghi, le tradizioni dell'agro pontino

Indovina chi viene al Gobetti

Categoria
Indovina chi viene
Data
29 Marzo 2019
Luogo
Fondi, auditorium Sergio Preti

Barbara Alberti

Venerdì 29 Marzo p.v., alle ore 16.30 presso l’Auditorium Comunale Sergio Preti, Barbara Alberti presenterà il libro: “Non mi vendere mamma” edito da Nottetempo, requisitoria contro l’utero in affitto, pratica che per l’autrice si fonda sulla schiavitù. Asia, la protagonista del libro è una giovane ragazza orfana innamorata follemente di Lillo, l’ex bambino conosciuto in orfanotrofio che la sfrutta facendola prostituire e le fa vivere una vita di stenti con la casa assediata dai creditori. Finché Lillo non capita su un sito per la maternità surrogata e offre la sua ragazza per «ospitare» il bambino di qualcun altro.

Barbara Alberti è una scrittrice, sceneggiatrice e giornalista italiana, nata l’11 aprile 1943, del segno dell’ariete. Sin da ragazzina dimostra un grande interesse per la scrittura e diventa ben presto una delle autrici più interessanti del panorama italiano, con sceneggiature di film come: Il portiere di notte, Melissa P. e Incompresa. Scopriamo cosa c’è da sapere sul suo conto attraverso alcune curiosità! Barbara Alberti: le curiosità sulla scrittrice – In un’intervista a Gay.it ha dichiarato di essersi innamorata solo di omosessuali: “Intanto, se vogliamo esser precisi, m’innamoravo solo degli omosessuali. Il motivo? Erano diversi. Erano liberi. Erano uomini con un pensiero di rivolta. Oggi ci siamo, più o meno, tutti omologati.” Non usa i social network e ha raccontato di aver usato Wikipedia una sola volta, cercando il proprio nome. Ma ha dichiarato anche di aver letto solo una miriade di menzogne sul suo conto. – Da anni tiene una rubrica su Gioia in cui tenta di dare risposte alle donne. Ha ammesso di aver conosciuto qualcuna delle sue lettrici, e inizialmente di averle accolte in casa propria, salvo poi pentirsi subito dopo: “Una volta arrivò a casa mia una pazza, di circa sessant’anni, tradita dal marito con una ragazzina più piccola. Lei lo rivoleva di prepotenza e voleva che io lo convincessi. Un’altra volta, invece, arrivò una donna bellissima, grande anche lei, che si stava distruggendo con le lamette dopo esser stata lasciata da un uomo molto più giovane, con il quale condivideva solo il letto”, ha raccontato a Gay.it – Ama prendersi cura dei propri capelli, e le piace dividerli in lunghe trecce ed elaborate acconciature. Non li ha mai tinti, sostenendo che la vecchiaia sia un diritto. – Non ha mai fatto segreto di odiare la chirurgia estetica e di ammirare invece i segni della vecchiaia. “È brutto quando le donne vogliono fermare il tempo. Diventano mausolei, la natura è più dinamica”, ha raccontato ad Elle. – Ospite ad Agorà nel 2013 ha avuto un’accesa discussione con Vittorio Sgarbi, dopo la quale ha lasciato lo studio. In seguito il critico ha chiesto scusa alla scrittrice. Barbara Alberti: figli e vita privata Per quanto riguarda la vita privata, Barbara Alberti è stata sposata con Amedeo Pagani, produttore e sceneggiatore. Dal loro matrimonio sono nati due figli: Malcom Pagani, giornalista, e Gloria Samuela Pagani.

 
 

Altre date

Date: 29 Marzo 2019

Powered by iCagenda

f t g m
© 2008 - 2019 Turismo Pontino