Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Copyright 2019 - I luoghi, le tradizioni dell'agro pontino

Brunello a Palazzo, un successo completo!

BrunelloNon poteva che concludersi così,  nel migliore dei modi, la festa al Principe dei Vini Italiani nel Palazzo del Principe di Fondi, che ha visto i banchetti fastosi di Onorato II Caetani, Giulia Gonzaga, Nicolò De' Medici, il Brunello di Montalcino che finalmente trova, anche nella nostra Piana, un luogo dove potersi esprimere al meglio. Il grande successo avuto da "Brunello a Palazzo" è merito soprattutto della tenacia degli Amici di Decant che, con la collaborazione di Enoclub Siena, hanno dato vita ad un Evento senza precedenti in terra Pontina.
Gli ingredienti che hanno fatto registrare alla Manifestazione il tutto esaurito da diversi giorni sono stati semplici ma perfetti. Le Aziende Vitivinicole della Val d’Orcia hanno riempti i calici con il nettare delle loro vigne, incontrando i prodotti locali di Fondi e dintorni che hanno saputo ben accompagnare un vino famoso e prestigioso allo stesso tempo.

Brindisi
Un mix non facile da preparare, ma grazie ad operatori esperti come Antica salumeria Monacelli (Fondi), Caseificio Paolella (Fondi), Macelleria Mattei (Fondi), Norcineria Petrillo (Fondi), Magni Ricevimenti (Fondi), Ristorante la Cocina di Popolla (Gaeta), Ristorante Le Cinèma (Fondi – Terracina), Ristorante Centosedici (Terracina), Ristorante Riso Amaro (Fondi), Kinefarina Ciaravolo (Fondi), si potuto ricreare una magìa che ha sorpreso ed entusiasmato gli ospiti, come già è avvenuto con Franciacorta in Villa. Tutto questo è stato facilitato dalla presenza delle 14 Aziende di Montalcino, nomi importanti con numerose degustazioni alle spalle come: Fattoria dei Barbi, Le Chiuse, Le Ragnaie, Tenuta Greppone Mazzi , San Lorenzo, Tiezzi, Tornesi, Podere San Giacomo, Cupano, Nostra Vita, Col D'Orcia, La Fornace, Pietroso, Piombaia.
Da non dimenticare il Seminario, tenutosi all’interno della Manifestazione, curato e presentato dalla sapiente regìa di Davide Bonucci. Protagoniste della parentesi sono state due annate (2003 e 2004 delle Aziende Fattoria dei Barbi e Le Chiuse) di Brunello definite “agli antipodi” e lo stesso Bonucci ne ha spiegato il motivo, un ulteriore confronto è stato fatto con l’annata 2008 (Aziende Cupano e Podere San Giacomo). Anche qui gli ospiti sono stati deliziati con Vini che difficilmente troveranno disponibili presso comuni Cantine o ristoranti.
Questo ennesimo successo dà ulteriore spinta e risalto, ma soprattutto premia l’Associazione Decant, la cui firma a questo tipo di Eventi è un marchio di fabbrica ormai indissolubile e apprezzato nell’Agro Pontino, siamo sicuri che “il viaggio enogastronomico alla scoperta dei sensi” continuerà con future Manifestazioni.Natale
Hanno collaborato alla realizzazione dell’Evento l’Azienda Vaccaro Gino e “CONAD Superstore Fondi”, un grazie alle Aziende di Montalcino, agli Operatori Locali e naturalmente ad Enoclub Siena.

Brunello a Palazzo ha ottenuto anche il patrocinio del Parco Naturale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi e del Comune di Fondi.
Turismo Pontino ha portato il suo contributo, con un reportage fotografico, che potete visualizzare nella Gallery e nella pagina facebook

f t g m
© 2008 - 2019 Turismo Pontino