Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Copyright 2019 - I luoghi, le tradizioni dell'agro pontino

RIAPRE LA CHIESA DI S. GIOVANNI A MARE

San Giovanni a MareL’Arcivescovo Fabio Bernardo D’Onorio riconsacra e riapre al culto domenica 24 Ottobre alle ore 17:00, la storica Chiesa di S. Giovanni Evangelista a Mare, un gioiello storico e architettonico nel quartiere medievale di Gaeta, dopo un lungo periodo di chiusura a causa di dissesti statici.
Il luogo di culto, piccolo capolavor che si affaccia sul mare, sebbene non sia il più antico citato dalle fonti, è certamente la costruzione più veneranda e antica ancora esistente nella parte antica della città. La datazione dell’intero complesso è indicata dal magnifico torrino decorato del XII sec., come testimoniano gli stilemi arabi-normanni e siculi.


La costruzione romanica presenta una facciata molto semplice a capanne terminante con un piccolo campanile a vela mentre l’interno a tre navate è scandito da colonne e capitelli di spoglio. Interessanti gli elementi archeologici superstiti, come il sarcofago romano riscolpito che funge da altare, ed altri frammenti medievali.
Nel corso dei lavori sono stati ripuliti gli antichi affreschi, alcuni scoperti solo recentemente, come quello eseguito su una colonna collocata a destra dell’entrata. e le antiche colonne di granito che erano state intonacate.
La Chiesa è ritornata all’antico splendore grazie al personale interessamento e contributo dell’armatore Cesare D’Amico. Dopo la celebrazione di sabato, il luogo di culto sarà accessibile negli orari delle celebrazioni e per visite guidate programmate.
Tutti sono invitati alla celebrazione inaugurale della consacrazione dell’altare e della Chiesa di S. Giovanni a Mare.

Cupola

f t g m
© 2008 - 2019 Turismo Pontino