Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Copyright 2018 - I luoghi, le tradizioni dell'agro pontino

Un principe in frac a Gaeta

Principe in frac
 
A Gaeta arriva lo spettacolo teatrale che racconta la vita privata del Principe De Curtis. 
 
Martedi 19 Dicembre al Teatro Ariston di Gaeta alle ore 21:00 va in scena "Un Principe in frac", di Aldo Manfredi, pièce teatrale liberamente ispirata alla vita di Antonio De Curtis in arte Totò.
"Un Principe in frac", spettacolo scritto e diretto da Aldo Manfredi ripercorre la storia di Antonio De Curtis dalla gioventù fino a pochi anni prima della sua morte, con citazioni, interpretazioni legate alla sua carriera e con gli incontri più importanti della sua vita, da Peppino De Filippo a Franca Faldini, senza dimenticare Mario Castellani, suo grande e fidato amico.
Yari Gugliucci
Dopo il successo di critica e di pubblico sia al Festival internazionale di Edimburgo alla presenza di una rappresentanza del Consolato e della comunità italiana che vive in Scozia sia a Napoli e a Roma, lo spettacolo, prodotto dalla Alfiere productions di Daniele Urciuolo, sarà rappresentato per una imperdibile unica datamartedi 19 dicembre 2017 al Teatro Ariston, alle ore 21:00, sito in piazza della Libertà 19, Gaeta.
"Abbiamo vinto la partita più difficile, quella di far applaudire i napoletani, ora la strada è meno ripida" - queste le prime parole post-debutto del giovane produttore formiano Daniele Urciuolo che prosegue - "sarebbe stato troppo comodo debuttare al San Carlo, invece abbiamo scelto un altro santo al quale affidare la nostra sorte, quello che protegge un quartiere vivace come lo era il Principe e che dà il nome allo Stadio di Napoli, San Paolo appunto, e devo dire che l'accoglienza è stata proprio calorosa come speravamo, ma il merito va ad Aldo Manfredi che ha saputo raccontare con sensibilità una storia delicata come quella del Principe De Curtis nonché dirigere con sicurezza degli attori fantastici, a partire dal protagonista Yari Gugliucci".
Un aspetto inedito ed emozionante quello che ha evidenziato con la sua opera il giovane autore e regista Aldo Manfredi che ha dichiarato:"Le Maschere di Totò sono cimeli, intoccabili e inimitabili, impossibili da portare in scena – dichiara Manfredi – la mia idea nasce dopo attente e accurate ricerche e dopo tanti dubbi. Curiosando nella vita del Principe , mi sono calato nel suo lato umano e ho avuto l’esigenza di raccontarlo in modo rispettoso e affettuoso;è stato un po’ come raccontare la storia di una persona di famiglia”.
Ad interpretare Antonio De Curtis Yari Gugliucci, attore salernitano di spessore internazionale, recentemente protagonista al cinema nei film “Noi eravamo” di Leonardo Tiberi e “Mister felicità” di Alessandro Siani nonché al fianco del grande Woody Allen durante i suoi show dal vivo a New York e dal 26 ottobre su Raiuno con la fiction "Sirene".
“Per me è un onore interpretare Antonio De Curtis – ha dichiarato Gugliucci – Ho raccolto la sfida proprio perché si parla della persona, non del personaggio. Totò è inimitabile. Antonio era un uomo sensibile e generoso ma come tutti gli uomini – nel suo privato – ha anche sofferto e raccontare questo aspetto mi interessava molto. Prima di debuttare a Napoli abbiamo presentato il progetto in Scozia al Festival internazionale di Edimburgo - dove ho ritirato un Premio - e lì ho capito che il Principe De Curtis è davvero amato in tutto il Mondo”.
La compagnia teatrale – oltre a Yari Gugliucci – è composta da Giuseppe Abramo, Francesca Romana Bergamo, Giulia Carpaneto e Gianluca D’Agostino, e in aggiunta agli attori i due giovani ballerini, Emilio Caruso e Doriana Barbato, coordinati dal noto coreografo Roberto D’Urso, già primo ballerino dello show di Massimo Ranieri. I costumi sono di Roberto Conforti, con la collaborazione di Giulia Amodei e il supporto tecnico della sartoria napoletana ISAIA che ha realizzato due abiti su misura proprio per l'attore protagonista.
La scenografia è di Gianluca Franzese, gli arrangiamenti di Giosuè Bernardo, il service di Paolo Olivieri, le animazioni di Tommaso Tamburini e la colonna sonora di Luca Napolitano. Il make-up a Gaeta sarà curato da Valeria Macaione.
Lo spettacolo è prodotto dalla Alfiere productions di Daniele Urciuolo ed è patrocinato dal Comune di Gaeta e dalla Confcommercio Lazio Sud.
Radio ufficiale dell'evento è Radio Spazio Blu.

Sponsor ufficiali: Antica Distilleria Petrone, ISAIA, Food&Co, Vittoriano Centola, Studio Osontoiatrico associato Simeone-Andreoli, Hamilton Shoes, TLC telecomunicazioni.

PREZZI:
20,00 euro platea
15,00 euro galleria
Per info e acquisto Biglietti rivolgersi al Teatro Ariston 0771463067.
 
Principe in frac
f t g m
© 2008 - 2018 Turismo Pontino