Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Copyright 2018 - I luoghi, le tradizioni dell'agro pontino

Giornata del Camminare 2017

Nell’ambito della “Giornata del Camminare 2017”, indetta per Domenica 8 Ottobre in tutta Italia, i Gruppi Locali dell'Associazione Ambientalista "Fare Verde" di Fondi e Monte San Biagio organizzano una passeggiata lungo il tratto della Via Appia Antica, tra Fondi e Itri. Un Evento che gode del Patrocinio della "FederTrek" e vedrà protagonista anche una Guida Speciale, il Dott. Diego Morgera, e la partecipazione della Dirigenza del “Parco Naturale dei Monti Aurunci”, nonché diverse Associazioni del territorio che hanno già aderito all’iniziativa.

 

Giornata del Camminare Fondi

La Via Appia Antica, o “Regina Viarum”, fu sin dall’epoca repubblicana fino a quella imperiale, e poi nel periodo rinascimentale e borbonico, la più importante via di comunicazione per il Mezzogiorno e il tramite di ogni legame che venne a unire l'Italia alla Grecia, al vicino Oriente e all'Africa. Non poteva che essere scelta questa location per la Passeggiata di Domenica 8 Ottobre. Alle ore 9.30 il ritrovo nei pressi dell'Epitaffio (raggiungibile da Fondi, in direzione Itri, percorrendo la S.S.7 Appia; qui troverete un'ampia Area Parcheggio disponibile), alle ore 10.00 il percorso che prevede una passeggiata di circa due ore e trenta minuti, poi il ritorno nel punto di partenza per una foto di gruppo con tutti i partecipanti ed un momento conviviale, previsto per le ore 13.00 circa, con degustazione di prodotti tipici del basso Lazio in collaborazione con alcune aziende agricole, tra cui l'Azienda Agricola "Antico Casale".

 

La partecipazione alla Passeggiata è totalmente gratuita, è, invece, prevista una quota di adesione per il Pranzo.

 

Si consiglia un abbigliamento consono: scarpe da trekking o comunque da passeggiata, il percorso è infatti privo di particolari difficoltà come pure è trascurabile il dislivello.

Per Mamme con passeggino: anche diverse guide confermano che, con un passeggino robusto, si può tranquillamente affrontare il percorso.

 

"Percorrere la Via Appia vuol dire tuffarsi nella storia dei millenni: la sua fama, infatti, ha permesso che non pochi dei monumenti che la costituivano e che l'ornavano si salvassero nel corso del tempo dalla distruzione, così che ancora oggi si presenta come un monumento unico, che corre dall'uno all'altro mare della Penisola. La Via Appia è stata nell'antichità non solo la più importante strada per il Mezzogiorno d'Italia, ma anche il tramite principale di tutti i traffici che legavano Roma all'Africa, alla Grecia e al vicino Oriente: ciò negli otto secoli durante i quali Roma è stata il centro di tutto il mondo antico e nei quali quelle regioni hanno rappresentato la parte più ricca e civile del Mediterraneo. Per questo la strada, nei suoi collegamenti, fu sempre seguita con particolare cura da parte delle autorità e godette delle attenzioni speciali degli imperatori fino al tardo e tardissimo Impero, per cui fu chiamata nobilis, celeberrima, regina viarum: regina delle strade appunto, modello insuperato di tutte le vie che da Roma si dipartivano per raggiungere le più lontane regioni del mondo conosciuto. Fin dal momento in cui fu creata, la via rappresentò anche una straordinaria conquista di tecnica e di ingegneria, realizzando l'affermazione di un disegno razionale anche a costo di estremi sacrifici, al di sopra delle avversità naturali che non sono riuscite ad impedirne l'attuazione. La via percorreva la Penisola centro-meridionale per l'intera sua lunghezza, collegando il mare Tirreno all'Adriatico e attraversando il Lazio antico, la Campania, il Sannio, la Puglia, fino a Brindisi" (Lorenzo Quilici).

 

 

f t g m
© 2008 - 2018 Turismo Pontino