Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Copyright 2019 - I luoghi, le tradizioni dell'agro pontino

Veronica Vaccaro Abbazia di San magno e altro

Abbazia di San Magno
A metà strada fra Monte San Biagio e Fondi , all’interno del Parco Regionale degli Ausoni, al limitare della piana, si erge il monte Arcano: ai suoi piedi il Monastero San Magno. Il luogo fu oggetto di venerazione e molti seguaci della nuova religione cristiana vi si ritiravano in solitudine, favoriti dalle condizioni ambientali.
Nella seconda metà del III secolo questi luoghi furono teatro delle persecuzioni dei cristiani da parte degli imperatori di Roma.
Nei primi decenni del VI secolo si costituì in quel luogo una vera e propria comunità dedicata alla preghiera e al lavoro. In seguito il monastero, seguendo la regola benedettina, dipenderà da Montecassino.

Monastero san Magno  

 

 

 

Palazzo Caetani
Il Palazzo Caetani è situato al centro di Fondi. L'inizio della costruzione, tuttavia, è da datare nel 1319, data in cui venne costruita o rimaneggiata anche la cinta muraria di Fondi, quando il castello fu utilizzato dai Caetani.

 


Nel 1378, fu sede dell'elezione dell'antipapa Clemente VII, elezione che valse alla città l'appellativo di "città di Satana". Passò ai Colonna e ai Gonzaga (di cui fu importante per la città di Fondi la principessa Giulia Gonzaga cantata nell'Orlando furioso). Nel 1840, causa pericolosità, venne abbattuta la merlatura del mastio. Dal 1861 al 1931 venne trasformato in carcere. In taluni antri si possono ancora mirare dei graffiti di prigionieri.

Palazzo Caetani

 

Villa Placitelli
La Villa si trova su un'altura in un sito su cui anticamente era stato innalzato un tempio dedicato a Iside, divenne poi con la diffusione del monachesimo occidentale nel V-VI secolo d.C. un cenobio proto benedettino. I resti delle precedenti epoche furono inglobati entro una Villa con annesso un giardino dal grande patrimonio floristico e caratterizzato da un aranceto.

 

Villa Placitelli

 

Da non perdere

f t g m
© 2008 - 2019 Turismo Pontino